30 luglio

"Cari giovani, rispondete con generosità all'appello di Cristo
che vi invita a prendere il largo e a diventare suoi testimoni,
scoprendo la fiducia che Cristo ha in voi per inventare un avvenire con lui.
Questa missione che la Chiesa vi affida, per poter essere effettuata
richiede innanzitutto che coltiviate una vita di preghiera autentica,
nutrita dai sacramenti, specialmente dall'Eucaristia e dalla Riconciliazione
"

Twinnings on the road – Certosa Trisulti

Intervista con i gemellaggi fra Italia, Polonia e Argentina

Ci troviamo nel punto rosso di Certosa di Trisulti, che è un antico monastero certosino, ora di proprietà dei cistercensi, a Collepardo, in provincia di Frosinone (centro Italia) . L’abbazia è circondata da un’enorme fila di mura. All’ingresso è possibile ammirare il busto di San Bartolomeo e più avanti, nella piazza centrale, si trova l’antica foresteria romanicogotica detta “palazzo di Innocenzo III” e la chiesa, dedicata a San Bartolomeo, alla Vergine Assunta e al fondatore dei certosini, San Bruno.  

Nel punto rosso di Certosa di Trisulti abbiamo incontrato un gemellaggio internazionale (due Fuochi dall’Italia, un Fuoco dalla Polonia e uno dall’Argentina, domani verranno raggiunti anche da un Fuoco del Belgio). Il gemellaggio ha cominciato a camminare da Collepardo e arriverà insieme a Roma. I Fuochi stanno camminando insieme solamente da un giorno, ma già hanno alcune esperienze da condividere con noi! 

Parliamo con: Sara, di Foggia (Italia); Michaela e Maria di Buenos Aires (Argentina); Padre Marcin, Emilia e Gabrysia, di Radom (Polonia)

Che percorso avete scelto e perché? 

IT – Abbiamo scelto quello di San Benedetto perché non lo avevamo mai percorso prima. Durante una Route estiva due anni fa, avevamo percorso una parte di quello di Santa Caterina. 

PL – Abbiamo scelto questo percorso per i suoi paesaggi, valli etc, e anche perché grazie a questo percorso, ieri, abbiamo avuto la possibilità di visitare Monte Cassino, un luogo molto importante per la storia polacca. È stata un’esperienza molto importante per il nostro fuoco. 

 

Hai notato differenze nel modo in cui cammini? Per esempio, chi ha gli zaini più leggeri? 

IT – È difficile da dire. Sembra che le scolte polacche abbiano uno zaino davvero pesante, hanno tanto cibo, ma allo stesso tempo sono forti e probabilmente camminano più veloci di noi. Per le scolte dell’Argentina penso che sia un po’ più difficile perché solitamente camminano senza zaini. 

 

Quale è stata per te la più grande sorpresa di questo Euromoot? 

IT – Non mi aspettavo di incontrare così tante persone di diverse nazionalità in così poco tempo. Pensavo che le avremmo incontrate solamente nei Punti Gialli e invece siamo in questo gruppo internazionale già dall’inizio.

PL – Per il momento il nostro aereo che, a causa del temporale, è dovuto atterrare a Pescara invece che a Rimini. È stata una grande sorpresa per noi all’inizio del viaggio, ma tutto è andato per il meglio. Grazie a questa disavventura abbiamo avuto la possibilità di ammirare la luna su una spiaggia a Pescara alle 4 di mattina. Dopotutto è stata una bella avventura. 

 

Qual è l’esperienza più importante di questi primi due giorni? 

ARG – La possibilità di condividere con altre scolte la propria fede. Inoltre, è bello quando si cammina in gruppo e devi imparare ad andare al passo del più lento, è un modo per costruire la comunità.  

 

In quale lingua parlate l’una con l’altra?

PL – A volte è abbastanza difficile comunicare, la maggior parte delle scolte del nostro fuoco parla inglese, ma alcune ragazze dell’Argentina e dell’Italia non lo parlano. Ma anche se non riusciamo a comunicare in una lingua parlata ci sono molti altri modi in cui parlare.

 

Come vi intrattenete durante il cammino?

ARG – Di solito cantiamo, ma oggi eravamo troppo stanche per via della pioggia. Abbiamo notato che le scolte italiane parlano molto e quelle polacche pregano durante il cammino.

 

Cosa ti aspetti dall’Euromoot? 

IT – Spero di poter incontrare tante persone provenienti da diversi paesi e culture, siamo già diventate amiche con le scolte di Roma e incontrato molti scout di altri paesi, ma penso che ci sia bisogno di tempo per conoscersi. 

PL – Ci piacerebbe incontrare persone di altre nazionalità e culture e imparare come aprirci agli altri, speriamo di riuscirci non solo durante l’Euromoot ma anche durante la nostra vita quotidiana. Speriamo che questo Euromoot sia per noi un’esperienza di comunità Cristiana e che ci dia la possibilità di sperimentare la dimensione Europea della FSE.

Paola Di Bartolomeo, Justyna Schönthaler

Norcia – L’apostolo tra le birre

30 luglio "Cari giovani, rispondete con generosità all'appello di Cristoche vi invita a prendere il largo e a diventare suoi testimoni, scoprendo la fiducia che Cristo ha in voi per inventare un avvenire con lui. Questa missione che la Chiesa vi affida, per poter...

leggi tutto

WE WILL MEET…I REALE

I Reale sono: qualità della musica + autenticità della realtà = professionalità messa al servizio di una Missione.

Sono musicisti in cammino alla ricerca della felicità perché dopo una adolescenza difficile, riscoprono che la “felicità” coincide con la Fede in Dio.

leggi tutto

Europa, l’Oscura

Europa, bellissima figlia del re di Tiro, sta raccogliendo fiori vicino al mare. All’improvviso compare un toro dal manto bianco che si avvicina ai suoi piedi. Lei, affascinata dal prodigioso animale, si siede sulla sua groppa e quello che crede solo un gioco si rivela, invece, un rapimento: il toro entra in mare e la porta a ovest fino alle spiagge di Creta, dove rivela la sua identità, è Zeus che le fa violenza.

leggi tutto

IL BELLO PORTA SEMPRE L’UOMO PIÙ VICINO A DIO

Il Mobile Scriptoria è un’attività che si svolge in tutti i punti rossi. Scolte e Rover possono sentirsi come scribi monastici provando a eseguire la trascrizione della Sacra Bibbia.

A ciascuno dei quattro percorsi è assegnato il suo evangelista, quindi gli scout riscriveranno tutti e quattro i Vangeli.

leggi tutto